top of page

In città a fare acquisti

Aggiornamento: 24 ott 2023

Tra agricola, mercatino e supermercato.








Il "videoriassunto"



Caratteristiche


Lunghezza: Km 28

Tipo di terreno: asfalto 95%

Difficoltà: Facile

Tempo: (2:30 min) variabile in base all'allenamento

Tipologia: Mtb

Partenza: Vinacciano

Arrivo: Vinacciano Adatto anche a: - Qualsiasi bici



Mappa Interattiva



La mappa interattiva 3d


Il file gpx scaricabile per usarlo con la propria applicazione


Vinacciano Capostrada
.gpx
Scarica GPX • 169KB

Il percorso

Si scende la collina di Vinacciano e si prende a sn per Bargi, San Pantaleo per poi arrivare a Pontelungo. Nei pressi della banca ci si immette a sn sulla via Lucchese per girare subito dopo a ds in via del Rondinino e proseguire dritti fino a intersecare via della Pieve a Celle fino al ponticino sulla ds. Si gira a ds appena passato il ponticino in via San Piero in Vincio e si prosegue, passando l omonima chiesa, fino ad attraversare la SP17/via di Pieve a Celle Nuova per proseguire sempre su via di San Piero in Vincio fino al bivio con via Guglianese e via Gora e Barbatole sulla ds. Ci si immette su quest ultima via a ds e si prosegue fino alla rotonda delle Quattro Strade prendendo la prima uscita di rotonda e mantenedo via Gora e Barbatole. Superato il Torrente Torbecchia ed il Fosso del Tazzera si trova via della Farnia a dritto sulla sn e si imbocca per 100 mt fino a trovarsi via di San Giorgio di fronte a noi. Si prosegue a sn superando il bel complesso di San Giorgio all'Ombrone, le aziende agricole che troviamo lungo la via e godendoci il panorama e la bellezza di questa zona extraurbana della città di Pistoia. Proseguiamo sempre su questa bella via tra i campi fino ad immettersi in via di Gello e superare il Fosso della Casaccia nei pressi della chiesa di Santa Maria a Gello. Proseguiamo dritti fino a via Brandeglio e giriamo a sn per arrivare alla rotonda, prima uscita e siamo in via di Sarripoli e Brocchi di Paolone per alcuni metri fino alla prima via sulla sn, dove troviamo anche una fonte di acqua, via che ci fa passare sopra il Ponte Tecciole ed il Torrente Vincio di Brandeglio. La via in questione si chiama via Vecchia Montanina di Gello e ci porta in leggera salitella fino alla prima strada a ds che, scendendo, ci immette sulla SR66r strada ad alta percorrenza da affrontare con attenzione e cautela. La attraversiamo proseguendo a sn per alcune centinaia di metri e noteremo sulla sn la nostra prima sosta di rifornimento alimentare ovvero l azienda agricola Monaverde che riunisce prodotti locali ed è anche produttrice di ottimi manicaretti sia per l'asporto sia per mangiare in loco sui tavoli e panche in legno predisposti nell'area verde. Proseguiamo il nostro tour tra aziende e mercatini di quartiere riprendendo la SR66r a sn per pochi metri e subito girando sulla ds in via Modenese direzione Capostrada e relativo mercatino (presente solo la domenica purtroppo). Passato il Ponte a Calcaiola sul Torrente Ombrone proseguiamo a ds in via Modenese fino a Capostrada dove girando a sn prendiamo in leggera salita la via Bolognese per alcuni metri fino a vedere la prima strada a ds ed un bel parcheggio in via Pio X. Lasciamo la nostra bici nei pressi della Chiesa della Salute per dedicarci a questo mercatino di piccoli produttori locali dove possiamo trovare dalle uova al miele, i formaggi, le verdure ed il pane di ottima qualità. Dopo una breve sosta per un caffè al bar proseguiamo su via Pio X fino a via Dalmazia dove, girando a ds, torniamo a Capostrada per svoltare a sn in Viale Adua. Lo percorriamo tutto fino all altro estremo di questo bel viale facendo una terza ed ultima sosta per prendere le ultime necessità al supermercato, nei pressi della rotonda di Viale Macallè. Una volta riempite le nostre bisacce da bici possiamo tornare sui nostri passi per via Nazario Sauro e ritornare verso casa ....


Galleria immagini


Progetto "Mobilità dolce della Piana"











ความคิดเห็น


bottom of page