Big Oil e Big Food cercano di sabotare il rapporto IPCC



32.000 documenti trafugati da "Greenpeace UK" e pubblicati da BBC svelano la manipolazione da parte di colossi aziendali del petrolio, del carbone e della carne.


Molti Paesi del mondo coinvolti, primi fra tutti Arabia Saudita, Giappone, Australia, Brasile e Argentina.


I commenti mirano a sminuire la responsabilità nei confronti del cambiamento climatico da parte dei settori dei combustibili fossili e agroalimentare. In questo modo, si tenta di frenare i provvedimenti che i Governi dovrebbero adottare per tagliare le emissioni di gas serra di questi settori.


Il tentativo di manipolazione non viene per caso: il prossimo 31 ottobre, a Glasgow, è in programma la COP26 (26^ Conferenza delle Parti dell'UNFCCC), dove il 6° rapporto IPCC sui cambiamenti climatici dovrebbe essere discusso dai Paesi delle Nazioni Unite.



Da "La Nuova Ecologia" (vedi link https://www.lanuovaecologia.it/cop26-fuga-di-documenti-rivela-paesi-tentano-di-alterare-rapporto-sul-clima/)


Foto di Ralf Vetterle da Pixabay

16 visualizzazioni0 commenti