Gli italiani e il consumo dell'acqua: un'indagine di Ipsos rileva luci e ombre



In occasione della 30^ Giornata Mondiale dell'Acqua del 22 marzo prossimo, "Finish" ha commissionato a IPSOS Italia uno studio in merito a consumi, abitudini, spreco e tutela della risorsa acqua da parte degli italiani.


Lo studio è stato condotto nell'arco di gennaio 2022 e ha interessato un campione di 1000 persone.


Per i consumi, è emerso che solo 1 italiano su 2 è a conoscenza di quanto sia il consumo medio pro-capite in Italia, vale a dire 220 l/anno, contro i 165 della media europea. E un 68% riteneva che i consumi medi a famiglia fossero inferiori ai 100 l/anno, quando in realtà si aggirano sui 500 l/anno.


Rispetto al 2021, è risultata inferiore la percentuale di coloro che si dichiarano impegnati nel ridurre lo spreco di acqua. Però è cresciuta la percentuale di chi si dichiara consapevole del problema della scarsità di acqua, sia come come problema globale, sia come problema locale e attuale.


Solo un 32% controlla regolarmente i propri consumi di acqua, però è cresciuta la percentuale di chi adotta comportamenti più sostenbili: chiudere i rubinetti se non necessario, usare lavastovigli solo a pieno carico, evitare di lavare le stoviglie a mano per poi lavarle nuovamente con l'elettrodomestico. Tutto questo, secondo le stime, si è tradotto in un risparmio aggiuntivo di circa 5.3 miliardi di litri d'acqua in un anno.



Fonti:

https://greenreport.it/news/acqua/acqua-gli-italiani-attenti-alla-risorsa-ma-non-sanno-quanto-ne-consumano-e-ne-sprecano/