COMUNICATO STAMPA novembre 2020

Anche in questo periodo di pandemia e di restrizioni, il Circolo Legambiente di Pistoia APS prosegue con le proprie attività istituzionali, chiedendo che venga mantenuta alta l’attenzione anche su alcune altre tematiche importanti per l’ambiente e per la salute di noi tutti.

In relazione alla vicenda dell’inquinamento da cloruro di vinile dei pozzi siti in zona Casalguidi (PT), Legambiente Pistoia ha già depositato nell’ottobre 2019 un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pistoia, finalizzato a stimolare indagini per reati ambientali e far luce su eventuali responsabilità di rilevanza penale. L’Associazione chiede oggi che tutti gli altri enti preposti alle verifiche su questa vicenda, continuino a svolgere il proprio ruolo nella ricerca delle cause e delle possibili soluzioni all’inquinamento.

Quanto all’indagine epidemiologica sul cluster di sarcomi rilevato nella frazione Casalguidi-Cantagrillo (PT), condotta dall’Azienda USL Toscana Centro e i cui risultati sono stati diffusi nella primavera scorsa, Legambiente Pistoia chiede che vengano comunicate informazioni relativamente allo stato avanzamento delle indagini supplementari che già erano programmate per il settembre scorso e, a seguire, per i primi mesi del 2021.

Infine, sul tema dell’utilizzo nell’agri-vivaismo di diserbanti e pesticidi, Legambiente Pistoia rinnova la propria disponibilità a dialogare, sia a livello locale che regionale, con tutti gli attori coinvolti nella ricerca di soluzioni più moderne e non inquinanti di supporto alla filiera, nell’interesse dell’ambiente e della salute delle persone.


Firmato: Circolo Legambiente di Pistoia APS

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti