Terapia forestale e piante monumentali: crescono i numeri in Italia, Pistoia e Prato protagoniste



Cresce in Italia l'interesse verso la terapia forestale e, di pari passo, cresce il numero delle piante monumentali riconosciute. E in tutto questo la Toscana e le Province di Pistoia e Prato la fanno da protagoniste.


CAI, CNR e Cerfit hanno pubblicato un nuovo dossier in cui viene fatto il punto sui migliori siti del Paese in cui beneficiare di un "bagno di foresta", o di uno "shinrin-yoku", per dirla con l'espressine originale giapponese. In Italia si contano già a decine, e 30 nuovi siti sono stati esplorati nel corso del 2021: l'area dell'Appennino Settentrionale, e in particolare quella dell'Appenino Pratese, è risultata fra le migliori della Nazione.


In parallelo, il MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) ha realizzato il 5° censimento delle piante monumentali. Con 401 nuove iscrizioni, sale a 4006 il numero delle piante vincolate, e diventano 78 quelle censite in Toscana.


Nella Provincia di Pistoia se ne contano adesso 7, e 21 in quella di Prato. Il Comune di Abetone, inoltre, detiene il record per la pianta monumentale a più alta quota, cioè un abete bianco che svetta a 1280 m.



Fonti:

28 visualizzazioni0 commenti